MONTEPULCIANO D'ABRUZZO BLUES

Vai ai contenuti

Menu principale:

Corropoli

Un pò di storia

>>> da "TAM" Toponomastica Abruzzese e Molisana
>>> (Edizioni dell'Ateneo, 1990 di Ernesto Giammarco)
Corropoli (133 II Ne; m. 132); com. (TE); dial. currùpìe, che presuppone un presunto *corriupum 'confluenza di burroni, di calanchi, di ruscelli', sul modello di corrivìum 'confluenza di più ruscelli' (DELL 1959 574). Le Rd, 2036 2173 2358 dell'a. 1324, danno due forme: 1, Corrupulo, comp. da / cor-/, da primario/ com-/ 'insieme', e rupulo, da primario rupulae, alt. di rùpes col signif. geograf. di '(spazio che comprende) le rupi' o 'ammasso di rocce', 'insieme di rocce riunite'; 2. (de) Corripulo, col 2° elem. da presunto *rìpùlae alt. di ripa, abr. ripe 'calanchi' (E. Giammarco 1960a 92 106), che richiama Ripoli, fraz. di Corrópoli, al quale è collegato. La terza forma (de) Correpulo è var. di Corripoli con pronuncia dial. di fonetica locale di /ì/ in /è/ (E. Giammarco 1979 111). Il mutamento di genere - dal femm. al masch. - è determinato dall'esito di /-i/ finale da /-(a)e/ sul modello di Casoli da Ca-sul(a)e. Le forme del GB 1034 (Oderisius de) (Collerapoli e Collemrapulum ammettono un comp. di Colle(m) e ràpulum (Hor. II Sat. 2 43 e 8 8) 'ravanello', alt. di ràpa, col signif. geogr. di 'colline coltivate a ravanelli' o 'boschétti di ravanelli': lo sviluppo sarebbe l'assimilaz. totale regressiva del nesso cons. / nr/da/lr/ ("- (col(llem r)a(pulum) in /o-o/ e retrocessione di un grado di /u/ in /o/. Note: Per G. Alessio, 1963 101, le forme medv. non permettono la ricostruzione della base, che sarebbe antica. I. Var. Contropoli (B CB CV P); incr. di contr(ada) X corr)opoli. G. Alessio, 1983 24, postula un *Corrupula, comp. da /com-/ e lat. t. rapa (Apul. met. VI p. 72).

>>> da Dizionario di Toponomastica

(Storia e significato dei nomi geografici italiani - UTET 1990, AA. VV.)
Corròpoli (Te). Centro agricolo, è situato a 132 m. nella valle del torrente Fontanelle, affluente del Vibrata. Nella vicina località di Ripoli è stato scavato un villaggio neolitico che ha dato il nome a una particolare cultura caratterizzata da produzione ceramica a fasce dipinte (TCI Abr. Mol. 357).
E' nominato in Catalogus Baronum (aa. 1150-1168) "Oderisius de Collerapoli tenet de eo in Aprutio Collemrapolum..." n. 1034 e poi anche in RDAprMol. (Teramo) a. 1324 "Ecclesie de Corripulo" n. 2173, "de Currupulo" n. 2036, "de Correpulo" n. 2358; il toponimo potrebbe risalire - secondo Alessio-de Giovanni 1983, 28 che non menzionano l'attestazione Collemrapolum - ad un latino *Corrupula composto con cum ed il latino tardo rupa variante di rupes 'roccia', da confrontare ad esempio con il medievale scorrupare 'rompere la roccia, scassare (il terreno)' (documentato anche a Gaeta nell'a. 1323). Tuttavia si potrebbe osservare che l'attestazione del Catalogus Baronum farebbe pensare piuttosto ad un composto di colle e forse di un nome di persona (come il germanico Rotpulo che sta alla base di Monteropoli, Casaropoli in Toscana; cfr. Pieri 1969, 160); ma tale eventualità è da verificare.


Torna ai contenuti | Torna al menu